Chi dona la vita per gli altri resta per sempre
Progetti di educazione alla legalità
L’Associazione Vittime del Dovere, dal 2007, opera a livello nazionale affinché venga diffusa la cultura della legalità tra i giovani anche attraverso progetti specifici rivolti agli studenti delle scuole.
L’impegno nella formazione dei futuri cittadini è stato riconosciuto attraverso protocolli d’intesa sottoscritti con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. All’iniziativa nel corso degli anni è stata conferita costantemente l’adesione del Presidente della Repubblica italiana.

L’emergenza sanitaria che ha investito il nostro Paese ha portato l’Associazione a valutare una nuova “veste digitale” per il Progetto di Educazione alla Cittadinanza e alla Legalità. Il format telematico del Progetto è fruibile all’interno della sezione riservata. Un progetto innovativo ed essenziale al fine di garantire anche per il prossimo anno i nostri servizi culturali dedicati agli studenti di tutta Italia.

www.cittadinanzaelegalita.it
Il sito consente di poter facilmente accedere alla scheda di presentazione dei singoli moduli proposti dai singoli progetti, nonché al regolamento di partecipazione.

Per poter accedere ai contenuti riservati e al percorso multimediale è invece necessario effettuare la registrazione.
Per farlo basterà cliccare sul pulsante ISCRIVITI, presente in homepage e in ogni pagina del sito.

L’iscrizione, che potrà riguardare contemporaneamente tutti i progetti, dovrà avvenire ad opera del Dirigente scolastico o del referente della Legalità dell’Istituto Scolastico. Una volta avvenuta la registrazione verranno inoltrati, agli indirizzi indicati al momento dell’iscrizione, la username e la password d’istituto.

Gli insegnanti avranno poi la possibilità, una volta completata l’iscrizione, di generare i dati di accesso per i propri studenti, comodamente disponibili in formato excel e abbinabili ai singoli studenti. Le username e le password per il singolo studente consentirà la fruizione dei materiali anche in modalità DAD e, su richiesta dell’Istituto o dell’Insegnante, consentirà l’invio di un report periodico per verificare gli accessi delle utenze generate, al fine di una miglior gestione delle attività didattiche.

Nell’AREA RISERVATA, accessibile a insegnanti e studenti muniti di dati di accesso, sono presenti i materiali multimediali utili allo svolgimento delle lezioni:video e presentazioni sono suddivisi in base alle tematiche che si desidera approfondire.

Una volta visionati i materiali, studenti e insegnanti, saranno chiamati a svolgere un brainstorming e produrre degli elaborati di tipo grafico/testuale, singolo/di gruppo.

I lavori dovranno poi essere inviati all’indirizzo segreteria@vittimedeldovere.it ovvero caricati tramite l’area di upload presente nell'Area Riservata, per poter così accedere al bando per l’assegnazione della borsa di studio.

Per qualsiasi chiarimento o necessità non esitate a contattarci.



Grazie alla preziosa e insostituibile collaborazione delle Forze dell’Ordine e delle Forze Armate, i Progetti di Educazione alla Legalità e alla Cittadinanza, il cui carattere innovativo viene riconfermato ogni anno dal numero di adesioni, ha coinvolto ad oggi oltre 27 mila studenti.

Tutto ebbe inizio nell’a.s. 2009/10 quando nella città di Monza, con l’ausilio della Prefettura, del Comune e dell’Arma dei Carabinieri, furono organizzati circa 30 incontri tra i bambini della Scuola dell’Infanzia, gli alunni della Scuola Primaria e Secondaria di Primo grado e i rappresentanti dell’Arma dei Carabinieri. Fu proposto uno spettacolo teatrale dal titolo “Cittadini per non essere burattini” coinvolgendo complessivamente circa 4200 ragazzi.
L’iniziativa vide nell’a.s. 2010/2011 la collaborazione con la Polizia di Stato per un progetto dal titolo “I giovani di Monza e la Polizia di Stato - Cyberbullying e cyberstalking, conoscerli per difendersi”.
“Educazione alla Cittadinanza e alla legalità fiscale” fu il nome del percorso svolto nell’a.s. 2012/2013 con la Guardia di Finanza.

A partire dall’a.s. 2014/15 fino ad oggi è stato impostato un unico grande progetto denominato “Progetto interforze” che ha visto coinvolte le Forze dell’Ordine e le Forze Armate con l’intento di proporre e affrontare argomenti di grande interesse per i giovani e precisamente:
  • Cyberbullying e cyberstalking: conoscerli per difendersi in collaborazione con la Polizia di Stato;
  • Alcol e droga - Indipendente: contrasto alle vecchie e nuove dipendenze in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri;
  • Educazione alla Legalità economica in collaborazione con la Guardia di Finanza;
  • L'Esercito Italiano e il contrasto alla criminalità e al terrorismo sul territorio nazionale e in campo internazionale in collaborazione con l’Esercito Italiano
Nell’a.s. 2015/16 è partito il medesimo progetto anche nella Città Metropolitana di Milano coinvolgendo anche la Scuola Militare Teuliè e, successivamente, dall’a.s. 2016/17 sono stati interessati al progetto gli istituti scolastici di cinque province lombarde ( Milano, Monza, Varese, Brescia, Bergamo) per un totale di più di 3000 ragazzi.

Nell’a.s. 2020/2021 e 2021/2022 poi, il Progetto Interforze si arricchito della prestigiosa collaborazione dell’Aeronautica Militare, con il modulo “Tra cielo e terra”, e della Marina Militare, con il modulo “Il Mare sintesi tra culture - la Sicurezza Marittima dell’alto mare come presupposto di pace e benessere internazionale”.

Nel medesimo periodo, data anche l’epidemia legata al Covid 19, l’Associazione Vittime del Dovere ha deciso di creare una piattaforma ad hoc www.cittadinanzaelegalita.it, per poter svolgere il Progetto in una nuova veste 2.0 fatta di materiali multimediali e lezioni in streaming con le varie Amministrazioni.

Esercito Italiano, Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Aeronautica e Marina Militare propongono, infatti, nella sezione dedicata a ciascuno di loro, video e altri materiali digitali per aiutare gli studenti sia nella partecipazione ai moduli, sia nella composizione degli elaborati, necessari al fine di concorrere al bando di assegnazione delle borse di studio collegato al Progetto stesso.
Oggi la platea degli Istituti coinvolti si è notevolmente ampliata: la nostra Associazione ha interessato con i suoi progetti, oltre la Lombardia (Milano e Città Metropolitana, Bergamo, Brescia, Monza e Brianza, Varese), anche la regione Lazio (Città metropolitana di Roma), l’Abruzzo (l’Aquila e Sulmona) e la Campania (Napoli e Caserta).

Per l’anno scolastico 2019/2020, infine è stato proposto anche il nuovo CONCORSO DI IDEE “LE VITTIME DEL DOVERE: PATRIMONIO ETICO DELLA NAZIONE” ideato e realizzato dalla Onlus al fine di rivolgere ai giovani studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado di tutta Italia: una riflessione sul ruolo delle Vittime in generale e, in particolare chiedendo ai partecipanti di riscoprire la storia di una Vittima del proprio territorio.

In linea generale tutti i progetti hanno spiccata valenza culturale ed educativa, e la modulazione degli incontri consente di raggiungere obiettivi specifici:

  • Fare prevenzione
  • Creare un’occasione per interessare e coinvolgere gli studenti su numerosi aspetti della legalità, affrontati nel contesto “gruppo classe” composto da adolescenti che si ritrovano a vivere un momento delicato della loro esistenza con l’adattamento alla società e alle regole degli adulti
  • Avvicinare i giovani alle Forze dell’Ordine e alle Forze Armate al fine di generare rispetto e considerazione per il ruolo che esse svolgono al servizio della collettività
  • Ricordare il sacrificio delle vittime presentando le storie di quanti hanno sacrificato e la loro integrità fisica per i più alti valori di legalità e giustizia, che sono alla base della convivenza civile.
Inoltre, di non minor importanza, i nostri progetti sono completamente gratuiti e le modalità di realizzazione:

  • consentono di stimolare gli studenti in modo propositivo, nel corso degli incontri, grazie al confronto diretto con le Forze dell’Ordine e le Forze Armate
  • aiutano a motivare i ragazzi nell’approfondire le tematiche nel corso dell’anno scolastico attraverso la realizzazione un elaborato finale
  • gratificano tutti i partecipanti per l’impegno, sia professori sia alunni, che nel corso di una premiazione, svolta in ambito istituzionale, sono protagonisti indiscussi
I progetti della legalità hanno riscosso enorme successo, riscontrando nel corso degli anni una crescita costante del numero di adesioni. Sempre più Istituti scolastici hanno accolto con grande entusiasmo la proposta didattica, tanto da farla divenire tradizionale appuntamento durante l’anno scolastico in corso.

L’impegno dell’Associazione nella formazione dei futuri cittadini è stato riconosciuto nel corso del tempo dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) attraverso la sottoscrizione di protocolli d’Intesa con l’Associazione per promuovere iniziative formative e didattiche: il primo protocollo è stato firmato in data 12 ottobre 2013 e il secondo protocollo è stato sottoscritto in data 4 ottobre 2018.

L’alto valore morale e sociale dei progetti della Legalità viene espressamente enunciato e sottolineato dalle adesioni del Presidente della Repubblica ricevute ogni anno dal Quirinale.
30 MAGGIO 2019
Comunicato stampa - Milano, Palazzo Pirelli, Belvedere Iannacci : Cerimonia di premiazione del Progetto Interforze di Educazione alla Cittadinanza e alla Legalità

Cerimonia di premiazione del “Progetto Interforze di Educazione alla Cittadinanza e alla Legalità: Esercito Italiano, Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza insieme per la legalità, in memoria delle Vittime del Dovere - a.s. 2018/19”, rivolto agli studenti delle Scuole Secondarie di Primo e Secondo grado della Lombardia (Milano, Bergamo, Brescia, Monza e Brianza, Varese)

Consiglio Regionale della Lombardia
Belvedere Jannacci, 30 maggio 2019, ore 10
Grattacielo Pirelli, Milano

Nuovo grande successo per l’edizione 2018/2019 del “Progetto Interforze di Educazione alla Cittadinanza e alla Legalità: Esercito Italiano, Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza insieme per la legalità, in memoria delle Vittime del Dovere, rivolto agli studenti delle Scuole Secondarie di Primo e Secondo grado della Lombardia (Milano, Bergamo, Brescia, Monza e Brianza, Varese).

Quarantadue ore di lezioni svolte, venti istituti scolastici interessati, oltre 3.000 studenti coinvolti: queste le cifre dell’iniziativa promossa dall’Associazione Vittime del Dovere d’intesa con le Istituzioni civili e militari del territorio lombardo.

Tra i temi trattati: il fenomeno del cyberbullismo e cyberstalking, il rispetto delle regole in ambito fiscale, l’uso di droghe, l’abuso di alcool e loro conseguenze, la nuova piaga del gioco d’azzardo, la conoscenza dell’operato svolto in Italia e all’estero dai nostri militari, le storie delle Vittime del Dovere che hanno sacrificato la propria vita in nome dello Stato.
Vera novità di questa edizione, poi, lo spettacolo teatrale “Ora tocca a Noi!”, in collaborazione con la compagnia Maskere, incentrato sul fenomeno del cyberbullismo, e la simulazione di processo basato sui reati informatici.

Gli incontri svolti dai rappresentanti dell’Associazione, delle Forze dell’Ordine e delle Forze Armate con i ragazzi delle scuole hanno consentito, ancora una volta, di delineare una preziosa occasione di confronto, dialogo, approfondimento, scambio di esperienze, oltre che favorire una crescita umana e professionale.
Ed è proprio per tutte queste opportunità che il percorso didattico può contare sulla medaglia del Presidente della Repubblica.

Questa mattina, alle ore 10, presso il Belvedere “Jannacci” (Grattacielo Pirelli, Milano), si è tenuta la cerimonia di premiazione, con la consegna delle borse di studio – per un valore complessivo di euro duemila - ai giovani che si sono distinti per creatività e coerenza nella produzione degli elaborati.

L’evento, condotto dalla giornalista ANSA Valentina Rigano, ha visto la partecipazione del Presidente Emanuela Piantadosi che così ha dichiarato: “Ogni anno è sempre una grandissima emozione poter coinvolgere migliaia di ragazzi sotto l’egida della Legalità. Il progetto si pone l’obiettivo di fare prevenzione e ciò favorisce sinergie virtuose tra le Istituzioni, il volontariato e il mondo della scuola. Solo educando cittadini consapevoli e proattivi possiamo sperare in una qualità di vita migliore per tutti”.

Hanno presenziato: S.E. Il Prefetto di Milano, Renato Saccone, il Generale Cittadella, Comandante del Comando Militare Esercito Lombardia, in rappresentanza del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Gen. CA Salvatore Farina, il Questore di Milano, Dott. Sergio Bracco, in rappresentanza del Capo della Polizia il Prefetto Franco Gabrielli, il Generale di Corpo d’Armata Gaetano Maruccia, Comandante Interregionale Carabinieri “Pastrengo”, in rappresentanza del Comandante Generale dei Carabinieri Gen. C.A. Giovanni Nistri, il Generale. B. Antonio De Vita, Comandante della Legione Carabinieri Lombardia, il Gen. C.A. Giuseppe Vicanolo, Comandante Interregionale dell’Italia Nord-Occidentale della Guardia di Finanza, in rappresentanza del Comandante Generale Gen. C.A. Giuseppe Zafarana, il Dott. Marco Domizi, della Questura di Milano sezione Polizia Postale, il Tenente Colonnello Simone Alfano e il Tenente Manzini, del Comando Provinciale Arma dei Carabinieri, il Capitano Mario Ciunfrini e il Col. Moro, Comando Provinciale Guardia di Finanza, il Dott. Alessandro Fermi, Presidente del Consiglio regionale della Lombardia, l’Assessore all'Istruzione, formazione e lavoro, Dott.ssa Melania De Nichilo Rizzoli, l’Assessore alla Sicurezza, Dott. Riccardo De Corato, la Dott.ssa Monica Forte, Commissione Antimafia Regione Lombardiala Dott.ssa Melania Rizzoli, Assessore all’istruzione di Regione Lombardia, il Vice Sindaco di Milano, Dott.ssa Anna Scavuzzo, il Dott. Giuseppe Lardieri, Presidente Municipio 9 Milano, il Direttore generale Dott.ssa Delia Campanelli, Ufficio Scolastico Regione Lombardia, la Prof.ssa Giovanna Lauria, Ufficio Scolastico Monza e Brianza.

Grafici, testuali, multimediali: tanti i lavori, suddivisi per categorie e argomenti, che sono stati valutati dalla commissione composta dai membri designati dai soggetti attuatori.

All’iniziativa della Onlus monzese hanno partecipato: l’Istituto Ipsia di Rho, la scuola secondaria di primo grado “Negri” dell’I.C. Calasanzio di Milano, la scuola media "E. Alessandrini' di Cesano Boscone, l’Istituto Maggiolini di Parabiago, l’Istituto Galilei-Luxemburg di Milano, l’“Istituto Manzoni” di Vimercate, l’“Istituto professionale Olivetti” di Monza, l’“I.I.S. Giuseppe Meroni" di Lissone, il “Liceo Majorana” di Desio, l’“Istituto Hensemberger” di Monza, l’“Istituto Mosè Bianchi” di Monza, l’Istituto Comprensivo Mandelli di Usmate, l’Istituto Don Milani di Meda, l’I.T.C. Bortolo Belotti di Bergamo, l’I.S.I.S Giulio Natta di Bergamo, l’I.t.c.s. Abba Ballini di Brescia, l’Istituto Falcone-Righi di Corsico, la Scuola media Righi di Varese, l’Istituto Superiore Parma di Saronno, l’Istituto Comprensivo Crespi – Schweitzer, l’Istituto Daverio di Varese.

Gli argomenti affrontati sono stati cinque:

  • “L'Esercito Italiano e il contrasto alla criminalità e al terrorismo sul territorio nazionale e in campo internazionale” in collaborazione con l’Esercito Italiano
  • “Cyberbullying e cyberstalking: conoscerli per difendersi” in collaborazione con la Polizia di Stato
  • “Alcol e droga – le dipendenze che umiliano i giovani” in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri
  • “Educazione della Legalità economica” in collaborazione con la Guardia di Finanza
  • “Vittime del Dovere, patrimonio etico della Nazione” tema proposto dall’Associazione Vittime del Dovere

Gli elaborati premiati sono i seguenti divisi per temi proposti:

a) CONTRASTO ALLA CRIMINALITÀ E AL TERRORISMO SUL TERRITORIO NAZIONALE E IN CAMPO INTERNAZIONALE IN COLLABORAZIONE CON ESERCITO ITALIANO

PREMIO PER MIGLIOR ELABORATO VIDEO: “MISSIONI INTERNAZIONALI, FANTERIA E BERSAGLIERI”

LICEO SCIENTIFICO E CLASSICO STATALE "ETTORE MAJORANA" di DESIO
CLASSE 4 A
Alunni: Alessandra Carfagna, Elisa Dell'Orto, Meryem Hachimi, Sara Montesano

Motivazione: lavoro pertinente rispetto al tema affrontato nel corso dell’incontro. L’elaborato ripercorre, con successo, le varie missioni di pace in diversi teatri operativi; dando, inoltre, la giusta enfasi alle vittime del dovere. Gli studenti hanno dimostrato una proficua capacità di rielaborazione e anche una buona competenza tecnica nella realizzazione del video.

PRIMO PREMIO MIGLIOR ELABORATO MULTIMEDIALE: “ESERCITO ITALIANO PARACADUTISTI E BATTAGLIA DEL PASTIFICIO”

LICEO SCIENTIFICO E CLASSICO STATALE "ETTORE MAJORANA" di DESIO
CLASSE 4 A
Alunni: Alessandro Bersani, Federico Corbella, Daniele Balossi

Motivazione: lavoro attinente al tema, con una buona rielaborazione autonoma dell’argomento proposto.
Gli studenti hanno dimostrato capacità di attraversare, trasversalmente, le varie missioni di pace;
apprezzabile anche la menzione delle vittime del dovere, che risulta del tutto pertinente.

SECONDO PREMIO MIGLIOR ELABORATO MULTIMEDIALE: “ESERCITO ITALIANO PARACADUTISTI”

LICEO SCIENTIFICO E CLASSICO STATALE "ETTORE MAJORANA" di DESIO
CLASSE 4 A
Alunni: Camilla Ponti, Elisa Randazzo, Chiara Di Napoli, Francesca Liviero

Motivazione: Tematiche sviluppate in modo coinciso ed efficace. L’elaborato dimostrata una spiccata sensibilità verso il tema delle vittime del dovere e un appropriato accostamento alle missioni di pace, nei vari teatri operativi.

b) CYBERBULLYING E CYBERSTALKING: CONOSCERLI PER DIFENDERSI IN COLLABORAZIONE CON LA POLIZIA DI STATO

PREMIO PER MIGLIOR ELABORATO GRAFICO: “L’IMPICCATO”

IIS MERONI LISSONE
CLASSE 2 TGC3

Motivazioni: L’immagina grafica è semplice, efficace e allo stesso tempo di potente valenza educativa. Si evidenzia che la pars costruens dell’immagine è il voler metterci in guardia rispetto ai vincoli dell’isolamento.

PREMIO PER MIGLIOR ELABORATO VIDEO: “NOMOPHOBIA”

IIS ROSA LUXEMBURG DI MILANO
CLASSE I B F
Alunni: Christian Abate, Nadine Attardi, Karim Awaad, Berrospi Orchessi Annette Kate, Cano Hernandez Douglas, De Chirico Giula, Delle Fontane Giorgio, Ferraiuolo Mattia, Grassi Giada, Kalali Yasmina, Lotti chiara, Milani Mauro, Mingrone Giulia, Muscarà Jacopo, Rado Riccardo, Raselli Alessio, Ruscelli Rebecca, Sacco Riccardo, Spagnuolo Vittoria; IBF

Motivazioni: elaborato di fortissimo impatto comunicativo. Apprezzato l’utilizzo combinato di immagini ecomunicazione in bit. Inoltre, si è voluto premiare l’impegno per la ricerca di materiale in diversi luoghi del territorio lombardo, scelta di evidente originalità.

PREMIO PER MIGLIOR ELABORATO TESTUALE: “BULLISMO E CYBERBULLISMO”

IIS MANDELLI DI USMATE VELATE
CLASSE 2 E
Alunna: Fabiani Alessandra

Motivazioni: Risulta premiante la capacità di trasmettere un messaggio introspettivo sincero, coraggioso ed in grado di rappresentare un esempio per tutti coloro che vogliono reagire, con razionalità e saggezza, davanti alle azioni di bullismo.

c) ALCOL E DROGA – LE DIPENDENZE CHE UMILIANO I GIOVANI IN COLLABORAZIONE CON L’ARMA DEI CARABINIERI

PREMIO PER MIGLIOR ELABORATO GRAFICO “DIPENDENZE: “Più ti droghi, più la tua vita perde i colori e con essi, anche la felicità”

ISTITUTO G. NEGRI DI MILANO
CLASSE 3 B
Alunna: Federica Qiu

Motivazioni: Lavoro caratterizzato da uno stile grafico raffinato; apprezzata anche la ricchezza dei contenuti e la capacità di sintesi. L’ elaborato è nei contenuti completo, in quanto affronta tutti i tipi di droghe illustrando con originalità le varie fasi dell’uso e abuso di sostanze illegali.

PREMIO PER MIGLIOR ELABORATO: “SLOT MACHINE. ANCHE SE VINCI SEI UN PERDENTE”

IIS GALILEI - LUXEMBURG DI MILANO
CLASSE 1 CE
Alunni: Juri De Angeli,Lorenzo Di Vita, Cristian La Rosa, Davide Spiriti

Il progetto parte con la realizzazione di un semplice automatismo, costituito da un comando a pulsante che attiva l’accensione casuale di 5 luci.
La combinazione vincente è quando le 5 luci sono contemporaneamente accese.
Siamo passati alla versione con “display” della Slot Machine, che utilizza icone e programmi disponibili in rete, adattati allo scopo sotto la guida del docente Gli studenti hanno poi realizzato le connessioni tra le parti elettroniche, hanno collaudato il sistema e lo hanno assemblato nel contenitore.
Una Slot Machine molto particolare: anche quando esce la combinazione vincente hai perso, perché se ti fai prendere dal gioco sei un perdente.

Motivazioni: Premiata la capacità tecnica e l’originalità nella scelta “di progettare” un elaborato

PREMIO PER MIGLIOR ELABORATO MULTIMEDIALE: “LE DIPENDENZE”

I.T.E.T. MAGGIOLINI DI PARABIAGO
Classe 3 A A.F.M.
Alunni: Sara Da Ruos, Alessandra Grassi, Martina Sedita

Motivazioni: il lavoro affronta tutte le dipendenze, specificandone i fattori di rischio ed evidenziandone delle esperienze di vita reale. Il messaggio è del tutto chiaro, anche con riferimento alla parte conclusiva che richiama le varie forme di aiuto.

d) EDUCAZIONE DELLA LEGALITÀ ECONOMICA IN COLLABORAZIONE CON LA GUARDIA DI FINANZA

PRIMO PREMIO MIGLIOR ELABORATO MULTIMEDIALE: “I BENI CONFISCATI ALLE MAFIE”

LICEO SCIENTIFICO E CLASSICO STATALE "ETTORE MAJORANA" di DESIO
CLASSE 2 G
Alunni: Andrea Borgonovo, Elisa Bottin, Simone Illuminati, Michele Montenegro, Riccardo Tiano, Chiara Vivona

Motivazione: grafica espositiva completa, precisa ed efficace. I contenuti sono completi ed esposti in modo cronologicamente corretto.

SECONDO PREMIO MIGLIOR ELABORATO MULTIMEDIALE: “STORIA DI UN BENE CONFISCATO”

LICEO SCIENTIFICO E CLASSICO STATALE "ETTORE MAJORANA" di DESIO
CLASSE 2 E
Alunni: Cecilia Terrani, Marta Piccione, Silvia Benedum, Riccardo Magro

Motivazione: Argomento estremamente attuale, ben incentrato sulla realtà operativa della Guardia di Finanza al giorno d’oggi.

TERZO PREMIO MIGLIOR ELABORATO MULTIMEDIALE: “LA MAFIA SIAMO NOI - GIUSSANO E LISSONE”

LICEO SCIENTIFICO E CLASSICO STATALE "ETTORE MAJORANA" di DESIO
CLASSE 2 H
Alunni: Samuele Aliprandi, Gabriele Giorgolo, Sofia Marangoni, Omar Nasef, Claudia Riva

Motivazione: lavoro curato, completo e, nell’insieme, qualitativamente apprezzabile

e) VITTIME DEL DOVERE, PATRIMONIO ETICO DELLA NAZIONE IN COLLABORAZIONE CON ASSOCIAZIONE VITTIME DEL DOVERE

PREMIO PER MIGLIOR ELABORATO TESTUALE: “LA MAFIA”

IIS MOSÈ BIANCHI
CLASSE 4PSIA
Alunno: Gabriele Bottai

Motivazione: componimento poetico efficace, messaggio pulito e diretto.

PREMIO PER MIGLIOR ELABORATO MULTIMEDIALE: “CAPORETTO”

IIS MOSÈ BIANCHI
CLASSE 4 P SIA
Alunne: Gaia Poggi, Martina Beretta

Motivazione: Apprezzato il parallelismo storico-morale e l’efficacia comunicativa del video. Lavoro nel complesso completo e di impatto visivo.

PREMI SPECIALI

MENZIONE SPECIALE PER IL MAGGIOR NUMERO DI ELABORATI PRODOTTI

LICEO SCIENTIFICO E CLASSICO STATALE "ETTORE MAJORANA" di DESIO
Motivazione: per aver partecipato sia agli incontri dell’Esercito sia anche a quelli della Guardia di Finanza, nonché per aver svolto numerosi lavori sulle tematiche proposte, compreso un elaborato sul tema della Vittime del Dovere. L’Istituto ha così dimostrato interesse al progetto e impegno nella realizzazione degli elaborati finali, dei quali 6 sono stati premiati

MENZIONE SPECIALE PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGETTO

IIS GALILEI - LUXEMBURG DI MILANO
Motivazione: per aver partecipato agli incontri con oltre 500 studenti.

I più sentiti ringraziamenti vanno alle Prefetture di Milano, Bergamo, Brescia, Monza e Brianza, Varese, all’Esercito Italiano, alla Polizia di Stato, all’Arma dei Carabinieri, alla Guardia di Finanza, che insieme ai loro collaboratori hanno voluto accettare questo tanto grande, quanto sentito, impegno per contribuire alla formazione delle nuove generazioni e per rafforzare il ricordo dei moltissimi colleghi caduti in servizio.

Apprezzamento va al Miur, Regione Lombardia, ai Comuni e alle Province di Milano, Bergamo, Brescia, Monza e Brianza, Varese, per aver concesso il patrocinio e offerto il loro supporto.

Un ringraziamento al Dott. Giuseppe Lardieri, presidente del Municipio 9 di Milano, per aver gentilmente messo a disposizione gli spazi per lo svolgimento delle lezioni nel capoluogo meneghino.

Gratitudine espressa anche agli Uffici scolatici, Regionale e delle città interessate, per aver veicolato l’iniziativa.

Un particolare ringraziamento alla Presidenza del Consiglio regionale della Lombardia per aver concesso la splendida cornice del Belvedere Jannacci per la Cerimonia, e all’Istituto Professionale Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità alberghiera “Carlo Porta” di Milano, che ha curato il buffet post evento offerto dall’Associazione a tutti i partecipanti.

L’Associazione Vittime del Dovere dà appuntamento all’insegna della legalità per il prossimo anno scolastico con nuovi argomenti da affrontare insieme.

ASSOCIAZIONE VITTIME DEL DOVERE

Tutti i dati contenuti all'interno di questo sito sono di libera consultazione e citazione, è comunque obbligatoria la menzione della fonte in caso di utilizzo. Qualora si pubblichi il contenuto di questo sito, a qualsiasi titolo, senza averne correttamente citata la fonte i proprietari si riserveranno di agire attraverso le autorità competenti.