Chi dona la vita per gli altri resta per sempre
I nostri Feriti

Le note biografiche vengono pubblicate con grande partecipazione e orgoglio, ma solo su espressa richiesta e con l'autorizzazione al trattamento dei dati personali sottoscritta dall'invalido oppure dai congiunti dei caduti, Vittime del Dovere, del terrorismo e della criminalità organizzata.
Ogni richiesta dovrà essere indirizzata alla seguente mail segreteria@vittimedeldovere.it

BR. Capo della Guardia di Finanza
Demetrio Potì

Nato a Torino il 22/07/1965 arruolato il 20/09/1986 presso il battaglione allievi finanzieri della Guardia di Finanza di Rovigo.
Sposato con due figli.
Selezionato come atleta delle Fiamme Gialle ha vinto le gare interforze di atletica nella specialità di salto in alto e lungo partecipando alle gare nazionali di dette specialità.
Diventato cinofilo nel 1991, è stato impiegato in servizio presso la compagnia di Reggio Calabria fino al 1998 dove si è distinto in diverse operazioni di servizio ricevendo elogi ed encomi.
Dal 1998 impiegato presso la compagnia di Brindisi impegnata al contrasto dei traffici illeciti di stupefacenti, contrabbando e immigrazione clandestina nel periodo dell’operazione PRIMAVERA dove operando a stretto contatto con rifugiati e clandestini di  diverse etnie ha contratto la Tubercolosi a seguito della quale ha ottenuto il riconoscimento di equiparato” VITTIMA DEL DOVERE “  in data 12 maggio 2017.

ONOREFICENZE

Croce di argento per anzianità di servizio 16 anni;
Croce d’oro per anzianità di servizio 25 anni;
10 tra encomi ed elogi per operazioni di servizio al contrasto della criminalità.

EVENTO DELL’INFERMITA’

Impiegato come militare cinofilo  appartenente ad unità operativa, dal 1998 svolgevo servizio territoriale presso la città di Brindisi con turnazioni h 24 in qualsiasi condizione operativa.
L’operazione di controllo territoriale con turnazioni irregolari, il continuo contatto con i profughi clandestini che arrivavano continuamente sulle coste hanno determinato l’insorgenza dell’infermità tubercolare che ha determinato il riconoscimento dello status di vittima del dovere.
Le ulteriori patologie contratte nel medesimo periodo hanno determinato il collocamento in congedo assoluto per inidoneità fisica per riforma in data 25/10/2021.

Tutti i dati contenuti all'interno di questo sito sono di libera consultazione e citazione, è comunque obbligatoria la menzione della fonte in caso di utilizzo. Qualora si pubblichi il contenuto di questo sito, a qualsiasi titolo, senza averne correttamente citata la fonte i proprietari si riserveranno di agire attraverso le autorità competenti.