Chi dona la vita per gli altri resta per sempre
I nostri caduti

Le note biografiche vengono pubblicate con grande partecipazione e orgoglio, ma solo su espressa richiesta e con l'autorizzazione al trattamento dei dati personali sottoscritta dall'invalido oppure dai congiunti dei caduti, Vittime del Dovere, del terrorismo e della criminalità organizzata.
Ogni richiesta dovrà essere indirizzata alla seguente mail segreteria@vittimedeldovere.it

Caporale dell’Esercito al 66° Reggimento Fanteria di Forlì
Bernardo Ceraldi

Bernardo Ceraldi, Caporale dell’Esercito al 66° Reggimento Fanteria di Forlì, nato a Formia il 13/01/1992, deceduto a Capua (CE) il 04/08/2013.

Bernardo Ceraldi è nato a Formia (LT) il 13/01/1992 ma viveva a Falciano del Massico in provincia di Caserta. Dopo aver frequentato la scuola elementare del suo paese ha intrapreso gli studi superiori nella vicina cittadina di Sessa Aurunca, frequentando il Liceo scientifico “E.Majorana”.

Bernardo era un ragazzo molto attivo, amava il calcio e la sua Inter; amico di tutti e sempre pronto a dare una mano ai compagni quando ce ne era bisogno.

Fin da piccolo Bernardo aveva inseguito il sogno di indossare la divisa della Polizia di Stato, perciò dopo il Liceo decise di arruolarsi nell’E.I. come Vfp1 svolgendo l’addestramento a Capua “CE” per poi essere assegnato al 236° “Piceno” di Ascoli Piceno. Nel corso di tale anno, quasi aveva abbandonato l’idea della divisa della Polizia poiché anche il servizio nell’Esercito lo motivava tanto al punto di essere felice di riaffermarsi quando gli fu proposta la rafferma per un altro anno trasferendosi nella caserma di Forlì, dove la sera del 04/08/2013 tutti i suoi sogni sono stati infranti.

Tutti i dati contenuti all'interno di questo sito sono di libera consultazione e citazione, è comunque obbligatoria la menzione della fonte in caso di utilizzo. Qualora si pubblichi il contenuto di questo sito, a qualsiasi titolo, senza averne correttamente citata la fonte i proprietari si riserveranno di agire attraverso le autorità competenti.