Chi dona la vita per gli altri resta per sempre
I nostri comunicati in evidenza
04 GENNAIO 2018
Uno Bianca - 27esimo anniversario della strage del Pilastro

Intervista alla signora Anna Ferrari in Stefanini, madre del capo pattuglia, Otello Stefanini effettivo alla Stazione Carabinieri Bologna Mazzini, e al Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d'Armata Tullio Del Sette.

Su quei signori sapete come la penso, che solo qui da noi possono succedere queste cose. Chi ha ucciso 24 persone e ne ha ferite 103 li facciamo mettere in carcere insieme. Gli diamo un lavoro, li facciamo divorziare, sposare. Perché gli assistenti sociali e i giudici dicono che la legge è questa. No, la legge non è questa. La legge la interpreta ognuno a suo modo e questa è una vergogna". L'ha detto, al termine della cerimonia commemorativa della strage del Pilastro, Anna Maria Stefanini, madre di Otello, carabiniere ucciso insieme ai colleghi Andrea Moneta e Mauro Mitilini dalla Banda della Uno Bianca il 4 gennaio 1991.

Il riferimento è alla decisione di accordare a Fabio Savi il trasferimento nel carcere milanese di Bollate, istituto dove è detenuto anche il fratello Roberto. Una critica - quella dei familiari - condivisa dal comandante generale dei Carabinieri, Tullio Del Sette: "Noi non possiamo non comprendere l'amarezza e la preoccupazione. Io personalmente non posso non condividere”. [Ansa]

Tutti i dati contenuti all'interno di questo sito sono di libera consultazione e citazione, è comunque obbligatoria la menzione della fonte in caso di utilizzo. Qualora si pubblichi il contenuto di questo sito, a qualsiasi titolo, senza averne correttamente citata la fonte i proprietari si riserveranno di agire attraverso le autorità competenti.
Seguici su:
STAMPA IL CALENDARIO 2018
AGENDA DELLE RICORRENZE