Chi dona la vita per gli altri resta per sempre
I nostri caduti

Le note biografiche vengono pubblicate con grande partecipazione e orgoglio, ma solo su espressa richiesta e con l'autorizzazione al trattamento dei dati personali sottoscritta dall'invalido oppure dai congiunti dei caduti, Vittime del Dovere, del terrorismo e della criminalità organizzata.
Ogni richiesta dovrà essere indirizzata alla seguente mail segreteria@vittimedeldovere.it

Serg. Magg. E.I. GIUSEPPE RIZZO

Nacque il 15 marzo 1964, in un piccolo paese della provincia di Palermo, il suo nome era Giuseppe Rizzo.
Dopo le scuole, cambiò tanti mestieri, ma nessuno lo fece sentire realizzato.

Poco prima della maggiore età venne chiamato alle armi, partì abbandonando famiglia e amici per un'avventura improvvisa e totalmente misteriosa all'altro capo dell'Italia.
Con stupore e felicità si ambiento' in un attimo e capì che finalmente aveva trovato il suo mestiere che senza neanche rendersene conto divento, per lui, uno stile di vita, tant'è che finito il servizio di leva continuò e già a 23 anni indossava il grado di Sergente Maggiore specializzato Artificiere, quella specializzazione che il 19 maggio 1987, alla tenera stessa età, al comando della sua squadra, durante un'operazione di brillamento di un ordigno bellico, gli strappo' la vita.

Lasciò moglie e due figli i quali mai ebbero l'opportunità di dire PAPÀ.

Tutti i dati contenuti all'interno di questo sito sono di libera consultazione e citazione, è comunque obbligatoria la menzione della fonte in caso di utilizzo. Qualora si pubblichi il contenuto di questo sito, a qualsiasi titolo, senza averne correttamente citata la fonte i proprietari si riserveranno di agire attraverso le autorità competenti.
Seguici su:
STAMPA IL CALENDARIO 2018
AGENDA DELLE RICORRENZE
mercoledì 19 settembre