Chi dona la vita per gli altri resta per sempre
I nostri comunicati in evidenza
28 MAGGIO 2018
Giornale di Como - Ricordo delle vittime del dovere: anche una scuola comasca premiata in Regione

Una classe dell'istituto Sant'Elia di Cantù è stata premiata in Regione per il proprio progetto.

Un minuto di silenzio e l’esecuzione dell’inno nazionale hanno aperto questa mattina la cerimonia di premiazione del “Progetto Interforze di Educazione alla Cittadinanza e alla Legalità: Esercito Italiano, Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza insieme per la legalità, in memoria delle Vittime del dovere”. Una cerimonia che si è tenuta nell’auditorium Giovanni Testori di Palazzo Lombardia.

Per l’occasione il Consiglio regionale, aderendo a questa iniziativa, ha commemorato tutte le vittime del terrorismo, della mafia e di ogni altra forma di criminalità celebrando il “Giorno della Memoria”, istituito dalla legge regionale n.10 del 2004. Esso prende spunto dall’omicidio di Renato Barborini e Luigi D’Andrea, agenti della Polizia di Stato uccisi entrambi il 6 febbraio 1977 in un conflitto a fuoco con la banda Vallanzasca al casello autostradale di Dalmine.

Ricordo delle vittime del dovere: premiata una classe del Sant’Elia

Difendersi dai fenomeni di cyberbullismo e cyberstalking, non cadere nelle dipendenze da alcol e droga, ma anche insegnare ai giovani a rispettare le regole del fisco, conoscere l’importante lavoro svolto dai militari in Italia e all’estero e ricordare i tanti servitori dello Stato che hanno donato la propria vita per aiutare gli altri.

Sono questi i temi su cui si sono confrontati i ragazzi delle scuole che hanno aderito al progetto promosso dall’associazione “Vittime del dovere”. Hanno partecipato istituti delle province di Milano, Monza e Brianza, Como, Bergamo, Brescia e Varese: 3.220 gli studenti formati, 22 le lezioni svolte per un totale di 44 ore, 27 gli istituti scolastici di primo e secondo grado aderenti e 13 i Comuni coinvolti.

I ragazzi delle scuole aderenti sono stati coinvolti in una serie di incontri e dibattiti organizzati presso auditorium e teatri pubblici. Al termine delle conferenze gli studenti hanno poi sviluppato, secondo il loro interesse e la loro sensibilità, degli elaborati (grafici, scritti, multimediali, individuali o collettivi) sulle tematiche affrontate. I lavori, suddivisi per categorie e argomenti, sono stati valutati da una apposita Commissione e quelli ritenuti più efficaci sono stati premiati questa mattina al termine della cerimonia istituzionale. Un premio è andato anche alla 2DL dell’istituto comasco Antonio Sant’Elia di Cantù.

Tratto da Giornale di Como

Tutti i dati contenuti all'interno di questo sito sono di libera consultazione e citazione, è comunque obbligatoria la menzione della fonte in caso di utilizzo. Qualora si pubblichi il contenuto di questo sito, a qualsiasi titolo, senza averne correttamente citata la fonte i proprietari si riserveranno di agire attraverso le autorità competenti.
Seguici su:
STAMPA IL CALENDARIO 2018