Chi dona la vita per gli altri resta per sempre
I nostri Feriti

Le note biografiche vengono pubblicate con grande partecipazione e orgoglio, ma solo su espressa richiesta e con l'autorizzazione al trattamento dei dati personali sottoscritta dall'invalido oppure dai congiunti dei caduti, Vittime del Dovere, del terrorismo e della criminalità organizzata.
Ogni richiesta dovrà essere indirizzata alla seguente mail segreteria@vittimedeldovere.it

Carabiniere GIOVANNI SCHIPANI

Nato a Montesarchio (BN) il 30/09/1949

Arruolatosi poco più che ventenne nell’Arma dei Carabinieri presso la scuola Allievi CC Iglesias (CA), il giovanissimo Giovanni SCHIPANI intraprende la sua missione di Carabiniere con dedizione e passione in varie città d’Italia.
Viene assegnato alla Legione CC di Bari e successivamente frequenta con successo la Scuola Sottoufficiali di Firenze per poi essere trasferito al Gruppo Napoli 2 N.R.M. di Pomigliano D’Arco (NA). Presta infine servizio in qualità di autista N.R.M. presso la Compagnia di Casoria (NA).
Nel corso di 12 anni di onorato servizio, il Carabiniere Giovanni SCHIPANI si è distinto per le sue doti professionali e umane di alto livello che gli hanno valso elevati apprezzamenti da parte di superiori, colleghi e cittadini. 

In occasione delle operazioni di soccorso nel terremoto in Irpinia, riceve la Medaglia di bronzo al valore.

Quella calda sera del 24 luglio 1981, il Carabiniere SCHIPANI Giovanni era libero dal servizio. Si trovava a bordo della propria auto in compagnia di due civili, quando all’improvviso, un'auto BMW con tre persone sospette, tentava di bloccarlo. L’impavido Carabiniere, allora, con molto coraggio, scendeva dalla propria auto per identificare i tre individui: non ne ebbe però il modo né il tempo, poiché i criminali iniziarono a sparare vigliaccamente a sangue freddo sul Carabiniere. Giovanni SCHIPANI, pur essendo colpito al torace e ad una mano, rispondeva con determinazione al fuoco. I malfattori abbandonavano velocemente la loro auto e si dileguarono nelle campagne facendo perdere le loro tracce.
L’orgoglio del Carabiniere e dei suoi familiari è quello di aver salvato valorosamente la vita alle due persone che erano con lui.

schipani_01a.jpg

schipani_01b.jpg

Tutti i dati contenuti all'interno di questo sito sono di libera consultazione e citazione, è comunque obbligatoria la menzione della fonte in caso di utilizzo. Qualora si pubblichi il contenuto di questo sito, a qualsiasi titolo, senza averne correttamente citata la fonte i proprietari si riserveranno di agire attraverso le autorità competenti.