Chi dona la vita per gli altri resta per sempre
Eventi
17 NOVEMBRE 2014
CONCORSO PROGETTO “EDUCAZIONE ALLA LEGALITA’” POLIZIA DI STATO - QUESTURA DI ASCOLI PICENO E FERMO

La Questura di Ascoli Piceno e di Fermo, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale, il Comune di Altidona e l’Associazione Vittime del Dovere, nell’ambito del progetto di educazione alla legalità dal titolo “ Il valore della memoria”, hanno indetto per l’anno scolastico 2014/2015 un concorso rivolto ai ragazzi delle scuole dell’infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di primo e secondo grado, limitatamente al biennio.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito degli interventi volti a favorire la comprensione del concetto di “Polizia di prossimità” e intende favorire lo sviluppo della cultura della legalità, del rispetto dei diritti umani, della tolleranza e della solidarietà, quali fondamenta della società civile.

Inoltre il progetto si prefigge di sensibilizzare i ragazzi al ricordo di quelle persone e di quegli avvenimenti che restano punti di riferimento per la vita di ognuno e quest’anno il concorso verrà dedicato alla memoria del Vice Brigadiere di Pubblica Sicurezza GIOVANNI RIPANI ucciso dalla banda Vallanzasca nel 1976.

All’esito del progetto le classi partecipanti potranno presentare degli elaborati testuali, figurativi o multimediali, che verranno premiati con dei buoni per l’acquisto di materiale tecnologico del valore di 200,00 €  il 17 novembre 2014, in occasione dell’anniversario della morte del Vice Brigadiere di Pubblica Sicurezza GIOVANNI RIPANI presso il Teatro Comunale di Altidona (FM).

 ascoli piceno.jpg

 

 

Tutti i dati contenuti all'interno di questo sito sono di libera consultazione e citazione, è comunque obbligatoria la menzione della fonte in caso di utilizzo. Qualora si pubblichi il contenuto di questo sito, a qualsiasi titolo, senza averne correttamente citata la fonte i proprietari si riserveranno di agire attraverso le autorità competenti.
Seguici su:
STAMPA IL CALENDARIO 2019
AGENDA DELLE RICORRENZE