Chi dona la vita per gli altri resta per sempre
I nostri comunicati
27 FEBBRAIO 2014
COMUNICATO AI SOCI DEL 27 FEBBRAIO 2014 - Approvazione ordine del giorno che impegna il Governo a introdurre nella prossima legge di stabilità “una previsione normativa atta a risolvere l’attuale

Cari Soci,

portiamo alla Vostra cortese attenzione l’ordine del giorno n G5.203 relativo alla Conversione in legge del decreto-legge 16 gennaio 2014, n. 2, recante proroga delle missioni internazionali delle Forze armate e di polizia, iniziative di cooperazione allo sviluppo e sostegno ai processi di ricostruzione e partecipazione alle iniziative delle organizzazioni internazionali per il consolidamento dei processi di pace e di stabilizzazione presentato dal Sen. Aldo Di Biagio in Senato in data 25 febbraio 2014 (vedi allegati)

L’ordine del giorno, sollecitato mediante esplicita richiesta fatta nei mesi scorsi dall’Associazione Vittime del Dovere al Ministero della Difesa, prevede l’impegno del Governo ad introdurre “una previsione normativa atta a risolvere l’attuale disparita` di trattamento tra le varie categorie di vittime e che concluda il processo di completa equiparazione delle vittime del dovere e loro equiparati alle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata, garantendo a tutti gli stessi benefici, anche con particolare riguardo al personale deceduto o rimasto permanentemente invalido nel corso delle missioni militari all’estero.”

Negli ultimi anni infatti l’Associazione ha lavorato ed insistito affinchè venisse ripreso in maniera incisiva il percorso di equiparazione che risultava arrestatosi ormai da tempo. Si auspica pertanto che tale impegno venga mantenuto al fine di porre fine all’indegna e ingiustificata sperequazione che da anni determina distinzione tra i servitori dello Stato che hanno donato la propria vita e la propria integrità fisica per i più alti ideali.

Emanuela Piantadosi

Presidente Associazione di Volontariato Onlus Vittime del Dovere

Tutti i dati contenuti all'interno di questo sito sono di libera consultazione e citazione, è comunque obbligatoria la menzione della fonte in caso di utilizzo. Qualora si pubblichi il contenuto di questo sito, a qualsiasi titolo, senza averne correttamente citata la fonte i proprietari si riserveranno di agire attraverso le autorità competenti.
Seguici su:
STAMPA IL CALENDARIO 2019
AGENDA DELLE RICORRENZE