Chi dona la vita per gli altri resta per sempre
I nostri comunicati
17 SETTEMBRE 2012
COMUNICATO DEL 17.09.2012 - Da oggi c'è un assassino in libertà

Da oggi, lunedì 17 settembre 2012, l’assassino reo confesso Matteo Gorelli, dopo aver massacrato a bastonate e ucciso il Carabiniere Antonio Santarelli ed aver tentato di ammazzare anche il Carabiniere Domenico Marino, viene messo in libertà ed autorizzato dal Giudice per l’Udienza Preliminare del Tribunale di Grosseto a raggiungere con mezzi propri la Comunità Cascina Molinette, Fondazione Exodus di Milano, in attesa del processo e prima ancora che il Tribunale abbia ricevuto il deposito della perizia psichiatrica, richiesta dallo stesso Giudice.

Alla già lunga lista di reati di omicidio, i cui autori non vengono scovati, dobbiamo purtroppo aggiungere una sequela di autori di reati noti e rei confessi che, per un eccesso di malinteso buonismo, vengono lasciati, prima ancora del giudizio, a piede libero o agli arresti domiciliari in totale spregio dei diritti delle vittime, dei loro familiari e di chi combatte la criminalità ogni giorno.

Emanuela Piantadosi

Presidente Associazione Vittime del Dovere, orfana del Maresciallo dei Carabinieri Stefano Piantadosi MOMC, ucciso ad Opera (MI) il 15 giugno 1980, da un ergastolano in permesso premio

 

In allegato la lettera inoltrata in data 15 settembre 2012 alla cortese attenzione dei Ministri della Giustizia, dell'Interno, della Difesa e del Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri.

Tutti i dati contenuti all'interno di questo sito sono di libera consultazione e citazione, è comunque obbligatoria la menzione della fonte in caso di utilizzo. Qualora si pubblichi il contenuto di questo sito, a qualsiasi titolo, senza averne correttamente citata la fonte i proprietari si riserveranno di agire attraverso le autorità competenti.
Seguici su:
STAMPA IL CALENDARIO 2019
AGENDA DELLE RICORRENZE