Chi dona la vita per gli altri resta per sempre
I nostri comunicati
26 GENNAIO 2017
COMUNICATO AI SOCI - RESOCONTO ATTIVITA’ PARLAMENTARE

Cari soci,

con la presente si vuole aggiornare sugli sviluppi dell’attività parlamentare in corso, con riferimento al DDL 1715 “Progetto di Legge di estensione alle Vittime del Dovere e della criminalità organizzata dei benefici riconosciuti alle vittime del terrorismo” In data 24 gennaio 2017, nel corso della 680ª Seduta della Commissione permanente Bilancio (5ª) del Senato, si è dato seguito all'esame sospeso nella seduta del 17 gennaio scorso (in allegato). In tale sede, il Vice Ministro Enrico Morando ha messo a disposizione della Commissione una nota nella quale si riferiscono gli approfondimenti svolti sul testo di legge, dando atto che la Ragioneria generale dello Stato ha rinvenuto degli oneri non quantificati e non coperti che inducono a ritenere necessaria una compiuta riformulazione del testo per il suo ulteriore corso. All’esito l’esame è stato rinviato.

Riteniamo che l’intervento del Vice Ministro sia una chiara conferma della lacunosità delle informazioni presenti sul tema e, dal tenore letterale delle parole riferite, confidiamo che ci possa essere un possibile ravvedimento, rispetto alla precedente proposta di formulare un eventuale parere contrario al nostro disegno di legge. Abbiamo infatti appurato una reale apertura da parte del Vice Ministro Morando e, sebbene molto del lavoro di coordinamento dovrà ancora essere fatto, ciò ci rasserena.

Peraltro, ci teniamo a informarVi che, in questi giorni, è stato presentato l’emendamento 13.144 al decreto Milleproroghe 2017, in tema di assegno vitalizio, dal Senatore Aldo di Biagio.

Riportiamo, per dovere di informazione, il testo dell’emendamento 13.144:

13.144 Di Biagio

Dopo il comma 6, aggiungere il seguente comma: «6-bis. L’articolo 4, comma 1, lettera b), numero 1, del decreto dei Presidente della Repubblica 7 luglio 2006, n. 243, si interpreta nel senso che alle Vittime del Dovere ed ai loro familiari superstiti, di cui all’articolo 1, commi 563 e 564, della legge 23 dicembre

2005, n. 266, nonché alle Vittime della Criminalità Organizzata ed ai loro familiari superstiti, di cui all’articolo 1, della legge 20 ottobre 1990, n. 302, spetta l’assegno vitalizio previsto dall’articolo 2 della legge 23 novembre 1998, n. 407, e successive modificazioni, così come modificato dall’articolo 4, comma 238, della legge 24 dicembre 2003, n. 350. Il Ministro dell’economia e delle finanze è autorizzato ad apportare, con propri decreti, su proposta del Ministero dell’Interno, le variazioni compensative di bilancio anche tra i titoli della spesa negli stati di previsione dei Ministeri interessati, per l’attuazione delle disposizioni di cui al presente comma».

Purtroppo l’emendamento non ha superato il vaglio di ammissibilità, pur tuttavia ogni tentativo di ottenere le riforme necessarie alla completa equiparazione sono un segno del costante e fattivo sostegno da parte del Senatore Aldo Di Biagio, che si affianca instancabilmente all’Associazione ormai da anni.

Confidiamo di avere, a breve, nuovi aggiornamenti da fornire, fiduciosi che il lavoro svolto e l’impegno profuso dall’Associazione possano portare ad ulteriori risultati concreti.

Cordiali saluti

Emanuela Piantadosi

Presidente Associazione Vittime del Dovere

In allegato il resoconto della seduta

Tutti i dati contenuti all'interno di questo sito sono di libera consultazione e citazione, è comunque obbligatoria la menzione della fonte in caso di utilizzo. Qualora si pubblichi il contenuto di questo sito, a qualsiasi titolo, senza averne correttamente citata la fonte i proprietari si riserveranno di agire attraverso le autorità competenti.
Seguici su:
STAMPA IL CALENDARIO 2019
AGENDA DELLE RICORRENZE