Chi dona la vita per gli altri resta per sempre
I nostri comunicati
15 OTTOBRE 2015
Comunicato stampa - Crollo della torre piloti di Genova grazie alla tenacia di una mamma rigettata la richiesta di archiviazione

Apprendiamo con soddisfazione che il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Genova, Dott.ssa Alessia Solombrino, ha accolto l’opposizione alla archiviazione presentata dalla nostra socia Adele Chiello Tusa,  in relazione al crollo della Torre Piloti del Porto di Genova.

La signora Chiello si sta battendo strenuamente per cercare di appurare tutte le responsabilità penali relative al disastro che il 7 maggio del 2013 nel porto di Genova provocò la morte di 9 persone, tra le quali il figlio, Giuseppe Tusa, Sottocapo di 1^ classe della Marina Militare. La determinazione e l’amore di una mamma serve a fare chiarezza su quanto accaduto” dichiara il presidente dell’Associazione Vittime del Dovere Emanuela Piantadosi

Particolarmente importante l’ordinanza del GIP che ha indicato al pubblico ministero di approfondire la responsabilità nei confronti di coloro che rivestivano un “ruolo di garanzia” e che avrebbero potuto evitare che quel disastro avvenisse.

Nel processo che si sta svolgendo nei confronti dei responsabili della nave Jolly Nero l’Associazione Vittime del Dovere è stata ammessa parte civile con il patrocinio dell’Avv. Stefano Maccioni.

 

 

ASSOCIAZIONE VITTIME DEL DOVERE

torre dei piloti di genova.jpg

 

Tutti i dati contenuti all'interno di questo sito sono di libera consultazione e citazione, è comunque obbligatoria la menzione della fonte in caso di utilizzo. Qualora si pubblichi il contenuto di questo sito, a qualsiasi titolo, senza averne correttamente citata la fonte i proprietari si riserveranno di agire attraverso le autorità competenti.
Seguici su:
STAMPA IL CALENDARIO 2019
AGENDA DELLE RICORRENZE