Chi dona la vita per gli altri resta per sempre
Progetti di educazione alla legalità

Progetto Interforze di Educazione alla Cittadinanza e alla Legalità A.S. 2018/2019, rivolto alle scuole secondarie di primo e secondo grado della Lombardia (Milano, Città Metropolitana di Milano, Monza e Brianza, Bergamo, Brescia, Varese).

Il Progetto Interforze, anche quest'anno, è collegato alla consegna di borse di studio. A seguito degli incontri gli studenti, infatti, sono invitati a svolgere, relativamente alle tematiche affrontate, degli elaborati a scelta - realizzati in forma individuale o collettiva - utilizzando mezzi espressivi di tipo:

  • testuale: temi, racconti, sceneggiature;
  • grafico: disegni, fumetti, poster e manifesti;
  • multimediale: spot e cortometraggi

La produzione dei lavori finali da parte degli studenti è dunque condizione indispensabile per poter aderire al Progetto Interforze A.S. 2018/2019.

La partecipazione al Concorso è gratuita ed implica l'accettazione della cessione degli elaborati e l'utilizzo degli stessi a fini divulgativi e promozionali da parte di tutti i partners coinvolti.

I Professori svolgeranno un ruolo attivo per una prima valutazione e selezione dei lavori dei propri alunni.

I componimenti dovranno essere consegnati secondo le seguenti modalità:

  • tramite email segreteria@vittimedeldovere.it
  • consegnando personalmente il materiale presso la Casa del Volontariato, sede dell'Associazione, sita in Monza, Via Correggio 59

I lavori dovranno riportare in modo chiaro l'indicazione “Progetto Interforze nelle Scuole: INSIEME PER LA LEGALITA' A.S. 2018-2019, la specifica dell'Istituto Scolastico, della classe e dei nominativi dei ragazzi coinvolti e, ove necessario, le rispettive liberatorie sottoscritte dai genitori.

Il termine ultimo previsto per la consegna è martedì 30 aprile 2019, tuttavia, considerando il periodo di festività e la fissazione di nuovi incontri nelle scuole, chiediamo di indicare eventuali ritardi nella consegna, al fine da agevolare tutte le fasi di organizzazione e valutazione.

L'Associazione di volontariato Vittime del Dovere ETS-ODV rimane a disposizione della scuola per ogni tipo di chiarimento, aiuto e suggerimento, in merito allo svolgimento delle prove di concorso ai seguenti recapiti:

e-mail: segreteria@vittimedeldovere.it
tel. 331/4609843 fax 039/8942219

I lavori ritenuti più significativi verranno premiati con un contributo per l'acquisto di materiale didattico del valore complessivo di 2000 euro.
In data 30 maggio 2019 alle ore 9.30 si svolgerà la cerimonia di premiazione con la consegna delle borse di studio a Milano presso il Belvedere del Grattacielo Pirelli, Regione Lombardia, Via Fabio Filzi 22.

06 FEBBRAIO 2012
Monza - Progetto "I giovani di Monza e la Polizia di Stato - Cyberbullying e cyberstalking, conoscerli per difendersi"

L’Associazione di Volontariato Onlus Vittime del Dovere, che rappresenta sul territorio nazionale le famiglie di appartenenti alle Forze dell’Ordine e Forze Armate caduti o rimasti invalidi in servizio, con il progetto pluriennale di “Educazione alla Cittadinanza e alla Legalità” vuole sensibilizzare i ragazzi sul tema del sacrificio di chi dona la vita per lo Stato e contestualmente fornire ai giovani degli strumenti che possano aiutarli a conoscere ed approfondire tematiche legate alla giustizia e alla legalità.

Il progetto iniziato, durante l’anno scolastico 2009-10, grazie alla collaborazione con il Comune di Monza e l’Arma dei Carabinieri, quest’anno è alla sua seconda edizione. Esso vede la collaborazione diretta della Polizia di Stato e in particolare il compartimento della Polizia Postale e delle Comunicazioni per la Lombardia.

L’Associazione ha tra i suoi obiettivi statutari la promozione della cultura della legalità, il tema proposto per il progetto é il cyberbullismo e il cyberstalking. Si vuole affrontare l’utilizzo improprio da parte dei ragazzi degli strumenti informatici e di telecomunicazione. Questi argomenti rappresentano un terreno nuovo e poco conosciuto dai ragazzi e dai loro genitori. Non se ne conoscono limiti, pericoli e possibili situazioni di criticità.

Il progetto parte con incontri rivolti ai ragazzi che si svolgeranno presso il Liceo Zucchi e con l’Istituto Mapelli. Verrà comunque esteso a tutte le scuole di Monza che ne faranno richiesta.

Gli interventi saranno di circa due ore, una prima parte sarà dedicata all’approfondimento dell’attività dell’Associazione e alle testimonianze di familiari di Vittime del Dovere della Polizia di Stato, colpite dalla criminalità mentre prestavano servizio; la seconda, condotta dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni, affronterà nello specifico la tematica del cyberbullismo e del cyberstalking.

Al temine degli incontri si chiederà agli studenti di sviluppare, secondo il loro interesse e la loro sensibilità, le tematiche proposte durante i dibattiti attraverso i mezzi espressivi a loro più congeniali.

L’obiettivo è quello di creare un momento di riflessione sulla legalità e sulla giustizia, valori per cui le Vittime del Dovere hanno speso la propria vita. Si propongono inoltre argomenti come il cyberbullismo e il cyberstalking, fenomeni che interessano più da vicino i ragazzi.

L’Associazione Vittime del Dovere esprime i più sentiti ringraziamenti al Signor Prefetto Renato Saccone che in questi mesi si è prodigato per consentire la realizzazione dell’iniziativa ed è stato al fianco dell’Associazione, credendo fermamente nell’importanza del coinvolgimento dei giovani su temi della giustizia.

Un grazie alla Polizia di Stato che, fornisce costantemente il suo sostegno e il fattivo contributo all’Associazione in occasione delle tante iniziative, proposte sul territorio nazionale, in virtù dell’affetto verso le famiglie dei colleghi caduti o rimasti invalidi. In particolare al Compartimento della Polizia postale, che accompagnerà l’Associazione durante gli incontri con i ragazzi, vanno i sentimenti di gratitudine e stima. La preziosa competenza e professionalità su questo tema rende unico il Compartimento nel panorama delle varie specialità di tutte le Forze dell’Ordine.

Infine un grazie alla Regione Lombardia, alla Provincia di Monza e Brianza, al Comune di Monza, al Ministero dell’Istruzione e ai dirigenti scolastici che hanno apprezzato ed autorizzato l’iniziativa.

Si ricorda che il progetto si svolge in concomitanza con il 7 febbraio 2012, Safer Internet Day, giornata internazionale istituita dalla Commissione Europea per la promozione dell’utilizzo sicuro e responsabile dei Nuovi Media tra i giovani.

ASSOCIAZIONE VITTIME DEL DOVERE

 

 


Monza -progetto educazione 2012.jpg

 

Tutti i dati contenuti all'interno di questo sito sono di libera consultazione e citazione, è comunque obbligatoria la menzione della fonte in caso di utilizzo. Qualora si pubblichi il contenuto di questo sito, a qualsiasi titolo, senza averne correttamente citata la fonte i proprietari si riserveranno di agire attraverso le autorità competenti.