Chi dona la vita per gli altri resta per sempre
Progetti di educazione alla legalità
30 GENNAIO 2017
Prefettura di Monza - Conferenza stampa di presentazione del “Progetto Interforze di Educazione alla Cittadinanza e alla Legalità"

Conferenza stampa di presentazione del “Progetto Interforze di Educazione alla Cittadinanza e alla Legalità: Esercito Italiano, Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza insieme per la legalità, in memoria delle Vittime del Dovere - a.s. 2016/17”, rivolto agli studenti delle Scuole Secondarie di Primo e Secondo grado della Provincia di Monza e Brianza.

Prefettura di Monza e Brianza, 30 gennaio 2017, ore 10.30
Via Casati 19 (ex Villa Fossati Lamperti), Monza

Rispettare le regole del fisco, difendersi dai fenomeni di cyberbullismo e cyberstalking, non cadere nelle dipendenze da alcol e droga, conoscere l’importante lavoro svolto dai nostri militari in Italia e all’estero, onorare la memoria di chi ha donato la vita per gli altri. Prevede tutto questo il “Progetto Interforze di Educazione alla Cittadinanza e alla Legalità: Esercito Italiano, Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza insieme per la legalità, in memoria delle Vittime del Dovere”, a.s. 2016/2017, rivolto alle scuole secondarie di primo e secondo grado della Provincia di Monza e Brianza.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina, 30 gennaio, nella sede di rappresentanza della Prefettura di Monza. A spiegare i dettagli dell’iniziativa, sperimentata negli anni precedenti con grande successo con il coinvolgimento di oltre tremila alunni, il presidente dell’Associazione Vittime del Dovere, Emanuela Piantadosi.

La Onlus monzese, per il quarto anno consecutivo, propone l’iniziativa, già insignita della Medaglia del Presidente della Repubblica, d’intesa con la Prefettura di Monza e della Brianza, la rete di scuole “Più Scuola Meno Mafia” del Miur, l’Esercito Italiano, la Polizia di Stato, l’Arma dei Carabinieri e la Guardia di Finanza.

Oltre a ricordare la storia e il sacrificio delle vittime, facendo conoscere ai giovani il ruolo delle Forze dell’Ordine e delle Forze Armate che quotidianamente lavorano al servizio della collettività, l’obiettivo degli incontri è contribuire a creare negli studenti un senso di appartenenza positivo e costruttivo nella comunità con cui condividono la loro quotidianità. I ragazzi potranno acquisire cognizione e coscienza delle fondamentali norme di convivenza sociale e democratica, necessarie nell’ambito di una società civile, individuando contestualmente e in modo critico gli atteggiamenti scorretti ed illegali affinché si possano contrastare e rendere inefficaci.

Sempre più precocemente attivi nella vita sociale, i giovani studenti potranno confrontarsi approfondendo il concetto di Stato, regole e normative, direttamente con coloro che ogni giorno sono chiamati ad incarnare la Nazione e farne rispettare le leggi. Oltre a ciò, è desiderio dell’associazione che i giovani ascoltino le storie delle vittime direttamente da chi indossa una divisa o attraverso la voce dei congiunti, a testimonianza di esistenze spese al servizio del Paese e a tutela degli altri.

  • Gli argomenti affrontati saranno cinque:
  • “L'Esercito Italiano e il contrasto alla criminalità e al terrorismo sul territorio nazionale e in campo internazionale” in collaborazione con l’Esercito Italiano
  • “Cyberbullying e cyberstalking: conoscerli per difendersi” in collaborazione con la Polizia di Stato
  • “Alcol e droga – le dipendenze che umiliano i giovani” in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri
  • “Educazione della Legalità economica” in collaborazione con la Guardia di Finanza
  • “Vittime del Dovere, patrimonio etico della Nazione” tema proposto dall’Associazione Vittime del Dovere

 

Gli incontri tra gli studenti, i rappresentanti delle Forze dell’Ordine, Forze Armate e l’Associazione Vittime del Dovere si svolgeranno presso il Teatro Villoresi, vicolo Carrobiolo n. 6, Monza, nelle date: 28 febbraio, 1 marzo, 14 marzo, 15 marzo, 28 marzo (dalle ore 10.00 alle ore 12.00).

Al termine delle conferenze, sarà richiesto agli studenti di sviluppare, secondo il loro interesse e la loro sensibilità, degli elaborati individuali o collettivi di tipo grafico, scritto o multimediale sulle tematiche affrontate. I lavori, suddivisi per categorie e argomenti, verranno valutati da una commissione composta da membri designati dai soggetti attuatori, e quelli ritenuti più efficaci saranno premiati con attestati e borse di studio di importo complessivo pari a 2000 euro per l’acquisto di materiale didattico.

La cerimonia di premiazione si svolgerà il 15 maggio alle 10.30 presso il Teatro Villoresi di Monza.

Novità assoluta di questa edizione è poi la collaborazione con le Istituzioni civili, militari e religiose della Provincia di Caserta. Per l’anno 2017 la Onlus, in collaborazione con l’Associazione Nazionale della Polizia di Stato sezione di Caserta, propone sempre a partire dal 30 gennaio 2017 un progetto che coinvolge le scuole e gli oratori della provincia campana sul tema della lotta alla criminalità organizzata. Finalità del progetto è raccogliere tra gli studenti idee innovative e concrete che lo Stato potrebbe mettere in atto per contrastare i fenomeni malavitosi. Anche per questa iniziativa l’Associazione Vittime del Dovere mette a disposizione una borsa di studio.

I più sentiti ringraziamenti vanno alla Prefettura di Monza e Brianza, nella persona di S.E. il Prefetto Giovanna Vilasi, per aver sostenuto il progetto anche per questa edizione. Un sincero ringraziamento al Generale Michele Cittadella del Comando Militare Esercito Lombardia, al Dott. Angelo Re, Primo Dirigente Polizia di Stato del Commissariato di Monza, al Tenente Colonnello Rodolfo Santovito, Comandante Gruppo Carabinieri di Monza, al Colonnello Massimo Gallo, Comandante Gruppo Monza della Guardia di Finanza, che insieme ai loro collaboratori hanno voluto accettare questo tanto grande, quanto sentito, impegno per contribuire alla formazione delle nuove generazioni e per rafforzare il ricordo dei moltissimi colleghi caduti in servizio.

Apprezzamento va a Regione Lombardia, alla Città Metropolitana di Milano, alla Provincia di Monza e Brianza, al Comune di Monza, alla rete di scuole “Più scuola meno mafia” del MIUR per aver concesso il patrocinio e offerto il loro supporto.

Un ringraziamento al Dott. Claudio Merletti, Dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Monza e Brianza, per il fondamentale contribuito fornito alla diffusione dell’iniziativa presso le scuole e alla Fondazione Cariplo che insieme all’Associazione finanzia le borse di studio.

Vogliamo che questo sforzo congiunto possa essere un’occasione per tutti coloro che credono nell’Istruzione, nei giovani e nel nostro futuro, perché la Scuola possa formare prima di tutto Cittadini consapevoli.

Associazione Vittime del Dovere Onlus

Tutti i dati contenuti all'interno di questo sito sono di libera consultazione e citazione, è comunque obbligatoria la menzione della fonte in caso di utilizzo. Qualora si pubblichi il contenuto di questo sito, a qualsiasi titolo, senza averne correttamente citata la fonte i proprietari si riserveranno di agire attraverso le autorità competenti.