Chi dona la vita per gli altri resta per sempre
I nostri comunicati in evidenza
15 MAGGIO 2017
MonzaToday - Cerimonia di premiazione del "Progetto Interforze di Educazione alla Cittadinanza e alla Legalità"

Rispettare le regole del fisco, difendersi dai fenomeni di cyberbullismo e cyberstalking, non cadere nelle dipendenze da alcol e droga, conoscere l’importante lavoro svolto dai nostri militari in Italia e all’estero, onorare la memoria di chi ha donato la vita per gli altri.

Dopo il grande successo conseguito nel 2016 tra gli studenti della Provincia di Monza e Brianza, l’Associazione Vittime del Dovere, d’intesa con le Istituzioni civili e militari del territorio, ha presentato anche per l’anno scolastico 2016/17 il “Progetto Interforze di Educazione alla Cittadinanza e alla Legalità”, al fine di dare un’ampia panoramica su alcuni aspetti della legalità, imprescindibili nell’educazione di ogni giovane, e sulle competenze delle Forze dell’Ordine e Forze Armate che operano quotidianamente per tutelare la sicurezza sociale.

L’Associazione Vittime del Dovere per il quarto anno consecutivo ha proposto, d’intesa con la Prefettura di Monza e della Brianza, la rete di scuole “Più Scuola Meno Mafia” del Miur, l’Esercito Italiano, la Polizia di Stato, l’Arma dei Carabinieri e la Guardia di Finanza, un’iniziativa formativa rivolta ai ragazzi delle Scuole Secondarie di Primo e Secondo grado che ha ottenuto il conferimento della Medaglia del Presidente della Repubblica. I numeri di questa edizione hanno confermato l’esito positivo dell’iniziativa: nove istituti scolastici della Provincia coinvolti, oltre tremila studenti incontrati, sei comuni interessati (Monza, Lissone, Desio, Muggiò, Seregno, Meda), 5 conferenze tenutesi presso la splendida cornice del Teatro Villoresi di Monza. All’iniziativa della Onlus monzese hanno partecipato: l’“Istituto tecnico Mapelli” di Monza, l’“Istituto professionale Olivetti” di Monza, l’“I.I.S. Giuseppe Meroni" di Lissone, il “Liceo Majorana” di Desio, l’“Istituto W.Bonatti - via Poliziano” di Monza, l’“Istituto Mosè Bianchi” di Monza, l’“IC Casati - Carlo Urbani” di Muggiò, l’“Istituto Mercalli” di Seregno, l’“PC Milani” di Meda.

Oltre a ricordare la storia e il sacrificio delle vittime, facendo conoscere ai giovani il ruolo delle Forze dell’Ordine e delle Forze Armate, l’obiettivo degli incontri è stato contribuire a creare negli studenti un senso di appartenenza positivo e costruttivo nella comunità con cui condividono la loro quotidianità. Si è cercato di fornire strumenti utili per affrontare con consapevolezza rischi e pericoli che si incontrano nella vita di tutti i giorni, per conoscere la complessità della convivenza civile e la necessità dell’impegno di ciascun individuo.

Al termine delle conferenze gli studenti hanno sviluppato, secondo il loro interesse e la loro sensibilità, degli elaborati individuali o collettivi, di tipo grafico, scritto o multimediale sulle tematiche affrontate. I lavori, suddivisi per categorie e argomenti, sono stati valutati da una commissione e quelli ritenuti più meritevoli ed efficaci sono stati premiati con attestati e borse di studio di importo complessivo pari a 2000 euro per l’acquisto di materiale didattico.

Gli elaborati premiati sono i seguenti divisi per temi proposti:

a) CONTRASTO ALLA CRIMINALITÀ E AL TERRORISMO SUL TERRITORIO NAZIONALE E IN CAMPO INTERNAZIONALE IN COLLABORAZIONE CON ESERCITO ITALIANO

Premio attribuito all’elaborato multimediale individuale: I.T.I. P. HENSEMBERGER DI MONZA- LORENZO SERTO – CLASSE 4° A2 con la seguente motivazione: “l’elaborato offre una visione completa degli ambiti di attività delle Forze Armate, descrivendo in maniera dettagliata le missioni svolte dall’Esercito” Dirigente Scolastico: prof. Angelo Valtorta Docente referente: prof.ssa Onorati

Premio attribuito all’elaborato multimediale collettivo: ISTITUTO ACHILLE MAPELLI DI MONZA - ILLEGALITA' NO GRAZIE - CLASSE 2 DAG per il seguente motivo: “l’elaborato fornisce una sintesi di tutti gli argomenti del progetto Interforze” Dirigente Scolastico: prof. Melzi Aldo Docente referente: prof.ssa Antonina di Stefano

b) CYBERBULLYING E CYBERSTALKING: CONOSCERLI PER DIFENDERSI IN COLLABORAZIONE CON LA POLIZIA DI STATO

Premio elaborato testuale: ISTITUTO MOSE BIANCHI DI MONZA - POESIE BULLO E VITTIMA DI CILLARI MARGHERITA, CLASSE 3 ° P per i seguenti motivi: “l’elaborato dimostra un chiaro impegno creativo nella realizzazione, oltre correttezza grammaticale e stilistica; il concetto di bullo e di vittima appaiono rappresentati in modo chiaro e sintetizzati in un concetto finale di effetto” Dirigente Scolastico: prof. Guido Garlati Docente referente: prof. Giuseppe Tramontana

Premio elaborato multimediale: ISTITUTO DON MILANI SEDE DI SEVESO – VIDEO CYBERBULLISMO – ZESHAN RAZA, RENZ VALENZUELA, FEDERICO FACCIONI, STEFANO DEPONTI, RICCARDO ZULIAN, ALESSANDRO TROIANO, MATTEO VASCELLA, GIANLUCA STRADA, GIUSY DI FRENZA, FATIMA ABOUZIED – CLASSE 4° H, per i seguenti motivi: “l’elaborato sviluppa la tematica in modo completo e con un effetto complessivo di grande impatto comunicativo” Dirigente Scolastico: prof.ssa Claudia Crippa Docente referente: prof. Stefano Pelizzoni

c) ALCOL E DROGA – LE DIPENDENZE CHE UMILIANO I GIOVANI IN COLLABORAZIONE CON L’ARMA DEI CARABINIERI

Premio elaborato grafico / artistico: IIS MERONI - ELEONORA MELLI - 1 LAD 2, per il seguente motivo: “elaborato svolto con tecnica artistica precisa e di effetto; il messaggio raffigurato risulta chiaro e incisivo, il messaggio dell’elaborato è efficace e l’uso delle immagini appropriato e di impatto”. Dirigente scolastico: prof. Catalano Carmelo Docente referente: prof. Salvatore Parra

Premio elaborato grafico / artistico: IIS MERONI – VOLTO DESTRUTTURATO - VITTORIA VIGANO’ - 1 LAD 2 per il seguente motivo: “il messaggio dell’elaborato è efficace e l’uso delle immagini appropriato e di impatto” Dirigente scolastico: prof. Catalano Carmelo Docente referente: prof. Salvatore Parra

d) EDUCAZIONE DELLA LEGALITÀ ECONOMICA IN COLLABORAZIONE CON LA GUARDIA DI FINANZA

Premio elaborato multimediale: ISTITUTO MOSE’ BIANCHI DI MONZA - UN CASO REALE - CHIARA BESANA, ANTONINO CUSUMANO, FEDERICA DELFINO, MIRCO LONGO, ALESSANDRO MIOTTO – CLASSE 4 ° P SIA, per il seguente motivo: “l’elaborato si è distinto perché ha presentato un caso concreto, particolare e poco conosciuto, che dimostra la piena comprensione da parte degli studenti coinvolti della tematica affrontata.” Dirigente Scolastico: prof. Guido Garlati Docente referente: prof. Giuseppe Tramontana

Premio elaborato multimediale: ISTITUTO MOSE BIANCHI DI MONZA - TG 4 ° P - ALESSANDRO BIRAGHI, FEDERICA TAGLIABUE, ANDREA DI LORITO, CHIARA SPAGNOLI, LUCA FRANCHI, GIORGIA PIROVANO, CLASSE 4 ° P SIA, per il seguente motivo “Per aver colto ed elaborato quanto appreso nel corso degli incontri proponendo un approfondito esame della casistica legata alla pirateria informatica e ai reati ad essa collegati” Dirigente Scolastico: prof. Guido Garlati Docente referente: prof. Giuseppe Tramontana

e) VITTIME DEL DOVERE, PATRIMONIO ETICO DELLA NAZIONE IN COLLABORAZIONE CON ASSOCIAZIONE VITTIME DEL DOVERE LICEO MAIORANA DI DESIO - LEA GAROFALO VITTIMA DI MAFIA E DI GENERE - SIRENO CHIARA, POZZI ANDREA, CAZZANIGA ALESSIA, REALE ALESSIA CLASSE 3B, per il seguente motivo: “l’elaborato è costruito in modo chiaro e scorrevole e riesce a dare una visione precisa del concetto di violenza in generale e del concetto di violenza di genere in modo specifico. Il testo presenta un linguaggio corretto e scorrevole e il contenuto scelto è basato su eventi storici di rilievo sociale” Dirigente Scolastico: prof.ssa Daniela Colombo Docente referente: prof. Emilio Mondani

Premio elaborato multimediale: ISTITUTO MOSE BIANCHI DI MONZA - LEGALITA' - LORENA KODHELI, AMELIA SCAFURO, ELENA HU – CLASSE 4A AFM, per il seguente motivo: “elaborato costruito con estrema precisione. I contenuti scelti, di grande importanza per la storia del nostro Paese, sono una chiara rappresentazione della valenza del tema della memoria che è la base dell’attività svolta dalla Onlus, in favore delle vittime. La tecnica audio del sottofondo di scrittura con la macchina da scrivere, ricercata e curata, conferisce grande impatto comunicativo al lavoro svolto”. Dirigente Scolastico: prof. Guido Garlati Docente referente: prof. Giuseppe Tramontana.

Un particolare riconoscimento è stato poi conferito all’”Istituto Meroni” di Lissone per l’ampia ed entusiastica partecipazione alla manifestazione.

Tratto da MonzaToday.it

Tutti i dati contenuti all'interno di questo sito sono di libera consultazione e citazione, è comunque obbligatoria la menzione della fonte in caso di utilizzo. Qualora si pubblichi il contenuto di questo sito, a qualsiasi titolo, senza averne correttamente citata la fonte i proprietari si riserveranno di agire attraverso le autorità competenti.
Seguici su:
STAMPA IL CALENDARIO 2017