Chi dona la vita per gli altri resta per sempre
Atti parlamentari
03 DICEMBRE 2007
Emendamento alla Finanziaria 2008 presentato alla V Commissione Bilancio della Camera dall'On. Ascierto, Gasparri, Gamba, Menia, Proietti Cosimi, Alberto Giorgetti in favore delle Vittime del Dovere

DISEGNO DI LEGGE APPROVATO DAL SENATO DELLA REPUBBLICA

il 15 novembre 2007 (v. stampato Senato n. 1817)

presentato dal ministro dell'economia e delle finanze

(PADOA SCHIOPPA)

Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2008)

Trasmesso dal Presidente del Senato della Repubblica il 17 novembre 2007

V Commissione

(Bilancio, tesoro e programmazione)

Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge finanziaria 2008).

EMENDAMENTI 3/12/2007

Omissis

Dopo l'articolo 103 aggiungere il seguente:

Art. 103-bis.

(Misure a favore delle vittime del dovere ed ai loro familiari superstiti e delle vittime della criminalità organizzata).

1. All'articolo 34 del decreto-legge 1o ottobre 2007, n. 159, il comma 1 è sostituito dal seguente:

1. Alle vittime del dovere ed ai loro familiari superstiti, di cui all'articolo 1, commi 563 e 564, della legge 23 dicembre 2005, n. 266 ed alle vittime della criminalità organizzata, di cui all'articolo 1 della legge 20 ottobre 1990, n. 302, ed ai loro familiari superstiti, si applicano le disposizioni e i benefici previsti dalla legge 3 agosto 2004, n. 206.

Conseguentemente, alla tabella A, le voci relative ai singoli Ministeri sono ridotte, in misura lineare, per un importo complessivo di 85 milioni di euro per l'anno 2008 e 50 milioni di euro per gli anni 1009 e 2010.

103. 024. Ascierto, Gasparri, Gamba, Menia, Proietti Cosimi, Alberto Giorgetti.

Tutti i dati contenuti all'interno di questo sito sono di libera consultazione e citazione, è comunque obbligatoria la menzione della fonte in caso di utilizzo. Qualora si pubblichi il contenuto di questo sito, a qualsiasi titolo, senza averne correttamente citata la fonte i proprietari si riserveranno di agire attraverso le autorità competenti.