Chi dona la vita per gli altri resta per sempre
Progetti di educazione alla legalità

Progetto Interforze di Educazione alla Cittadinanza e alla Legalità A.S. 2018/2019, rivolto alle scuole secondarie di primo e secondo grado della Lombardia (Milano, Città Metropolitana di Milano, Monza e Brianza, Bergamo, Brescia, Varese).

Il Progetto Interforze, anche quest'anno, è collegato alla consegna di borse di studio. A seguito degli incontri gli studenti, infatti, sono invitati a svolgere, relativamente alle tematiche affrontate, degli elaborati a scelta - realizzati in forma individuale o collettiva - utilizzando mezzi espressivi di tipo:

  • testuale: temi, racconti, sceneggiature;
  • grafico: disegni, fumetti, poster e manifesti;
  • multimediale: spot e cortometraggi

La produzione dei lavori finali da parte degli studenti è dunque condizione indispensabile per poter aderire al Progetto Interforze A.S. 2018/2019.

La partecipazione al Concorso è gratuita ed implica l'accettazione della cessione degli elaborati e l'utilizzo degli stessi a fini divulgativi e promozionali da parte di tutti i partners coinvolti.

I Professori svolgeranno un ruolo attivo per una prima valutazione e selezione dei lavori dei propri alunni.

I componimenti dovranno essere consegnati secondo le seguenti modalità:

  • tramite email segreteria@vittimedeldovere.it
  • consegnando personalmente il materiale presso la Casa del Volontariato, sede dell'Associazione, sita in Monza, Via Correggio 59

I lavori dovranno riportare in modo chiaro l'indicazione “Progetto Interforze nelle Scuole: INSIEME PER LA LEGALITA' A.S. 2018-2019, la specifica dell'Istituto Scolastico, della classe e dei nominativi dei ragazzi coinvolti e, ove necessario, le rispettive liberatorie sottoscritte dai genitori.

Il termine ultimo previsto per la consegna è martedì 30 aprile 2019, tuttavia, considerando il periodo di festività e la fissazione di nuovi incontri nelle scuole, chiediamo di indicare eventuali ritardi nella consegna, al fine da agevolare tutte le fasi di organizzazione e valutazione.

L'Associazione di volontariato Vittime del Dovere ETS-ODV rimane a disposizione della scuola per ogni tipo di chiarimento, aiuto e suggerimento, in merito allo svolgimento delle prove di concorso ai seguenti recapiti:

e-mail: segreteria@vittimedeldovere.it
tel. 331/4609843 fax 039/8942219

I lavori ritenuti più significativi verranno premiati con un contributo per l'acquisto di materiale didattico del valore complessivo di 2000 euro.
In data 30 maggio 2019 alle ore 9.30 si svolgerà la cerimonia di premiazione con la consegna delle borse di studio a Milano presso il Belvedere del Grattacielo Pirelli, Regione Lombardia, Via Fabio Filzi 22.

13 FEBBRAIO 2019
Abruzzo - PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA E ALLA LEGALITÀ IN MEMORIA DELLE VITTIME DEL DOVERE A.S. 2018/2019 - CONCORSO DI IDEE

“TRAFFICO ILLECITO DI RIFIUTI: UN PERICOLOSO CAMPO DI ATTIVITA’ DELL’ECOMAFIA. QUALI SOLUZIONI?”

Dopo l’enorme successo riscosso con la prima edizione torna in Abruzzo il Progetto di “Educazione alla Cittadinanza e alla Legalità” in memoria delle Vittime del Dovere, promosso dall’Associazione Vittime del Dovere in collaborazione con il Miur.

L’iniziativa, che si inserisce nell’ambito delle attività che la Onlus svolge da anni nelle Scuole secondarie di primo e secondo grado, al fine di fare prevenzione promuovendo la cultura della Legalità tra i giovani, per l’anno scolastico 2018/2019 propone agli studenti una tematica oggi di grande attualità quale l’inquinamento ambientale.

Una problematica assai sentita nella Regione Abruzzo, come in molte altre regioni di Italia, e che si presta a numerosi spunti di riflessione. 

Gli studenti, infatti, sono chiamati a svolgere degli elaborati partendo dal seguente titolo: “Traffico illecito di rifiuti: un pericoloso campo di attività dell’ecomafia. Quali soluzioni?”. 

Per agevolare il lavoro si propone la seguente traccia:

Il fenomeno dell’ecomafia ha assunto oggi una dimensione globale, rappresentando una minaccia non solo per gli ecosistemi, ma anche per la nostra salute e per l’economia. Tra i vari aspetti il più complicato da contrastare, anche in Abruzzo, è sicuramente il traffico illecito di rifiuti.
Nel corso degli anni sono mutate sia le strategie illegali, sia le modalità con le quali le organizzazioni criminali operano, attuando veri e propri circuiti di riciclo in nero o finto riciclo, che hanno dato vita a una imprenditoria definita “ecocriminale". Questo grave reato ambientale non può che penalizzare e condizionare la vita dell’intera comunità.
Scegliendo tra gli episodi illeciti accaduti nel territorio in cui vivi, analizza e approfondisci il problema, trovando proposte ed iniziative per affrontare il fenomeno. Prospetta soluzioni utili per riappropriarsi del territorio, valorizzandone la cultura e per promuovere il concetto di legalità tra i giovani.

Il Progetto, presentato lo scorso 9 novembre 2018, in occasione del VII Seminario Nazionale di criminologia "Ecomafia ed Agromafia: analisi, riflessioni e proposte”, tenutosi a Sulmona, è legato a una borsa di studio che sarà consegnata agli autori degli elaborati più significativi per l’acquisto di materiale didattico.

I ragazzi delle scuole secondarie di primo e secondo grado partecipanti al progetto, aiutati dai professori, avranno tempo fino al 30 settembre 2019 per consegnare temi, cartelloni, video, slide, canzoni, e quanto scaturirà dall’unione tra la tematica e la loro creatività.

Una commissione, composta da rappresentanti dell’Associazione Vittime del Dovere e dell’Ufficio Scolastico della Regione Abruzzo, assegnerà i premi ai lavori più significativi e meritevoli, sottolineando in tal modo l’importanza di una riflessione e di un impegno comune e condiviso su tematiche di grande interesse per i giovani e per la comunità.

Gli elaborati dovranno essere consegnati secondo le seguenti modalità:

  • tramite email segreteria@vittimedeldovere.it (sono ammessi anche invii con wetransfer e servizi cloud)
  • inviati presso la sede legale dell’Associazione Vittime del Dovere – Casa del Volontariato, via Correggio, 20900, Monza (Monza e Brianza).

Gli elaborati dovranno riportare in modo chiaro l’indicazione Concorso di idee: “Traffico illecito di rifiuti: un pericoloso campo di attività dell’ecomafia. Quali soluzioni?”, l’indicazione dell’Istituto Scolastico, della classe e dei nominativi dei ragazzi coinvolti e, ove necessario, le rispettive liberatorie sottoscritte dai genitori.

ASSOCIAZIONE VITTIME DEL DOVERE

Tutti i dati contenuti all'interno di questo sito sono di libera consultazione e citazione, è comunque obbligatoria la menzione della fonte in caso di utilizzo. Qualora si pubblichi il contenuto di questo sito, a qualsiasi titolo, senza averne correttamente citata la fonte i proprietari si riserveranno di agire attraverso le autorità competenti.
Seguici su:
STAMPA IL CALENDARIO 2019